INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

Coppa Italia

 

 

Dopo vari anni di gavetta  Cacia esplode nelle vesti di bomber

 

STAGIONE 2005/2006

 

SERIE B

 

 

...MA NON PARLIAMO DI PLAYOFF

 

Dopo una stagione complessivamente deludente la parola d’ordine è ridimensionamento. Al confermato tecnico Iachini viene consegnata una squadra sulla carta indebolita: Pepe e Masiello tornano a Palermo, se ne vanno anche i “senatori” Orlandoni, Lucenti, Gautieri e Beghetto oltre a Luisi e D’Anna. Si punta forte su due “chiocce” volute da Iachini (Moscardi e l’eterno obiettivo Margiotta, arrivati in extremis) e su uno stuolo di giovani: il portiere Cassano, gli esterni Padalino, Abate e Stamilla (quest’ultimo pescato nella Sangiovannese), oltre al rientro da Pistoia del rigenerato Cacia. L’avvio stentato conferma più di una perplessità, ma ben presto si trova una quadratura di uomini (con Stamilla “inventato” esterno sinistro) e anche di gioco, sicuramente più gradevole rispetto alla prima edizione del Piacenza targato Iachini. Ciliegina sulla torta l’esplosione di Daniele Cacia, che si rivela punta di diamante di una squadra costruita sui giovani e che proprio per questo paga un inevitabile tributo all’inesperienza, soprattutto in difesa. Proprio gli alti e bassi dei biancorossi pregiudicano l’obiettivo (sempre sbandierato ma mai credibile) dei playoff promozione; resta comunque la soddisfazione di ottime prestazioni (pari spettacolo a Cesena, vittorie su Atalanta e Brescia) e della doppia vittoria nel derby del Po con la Cremonese, ritornato dopo 10 anni. Da cancellare (come spesso accade), invece, il vergognoso finale di stagione.

 

 

 

                                 Torna all’indice generale