INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

 

 

Parte da Piacenza la carriera di Enrico Loranzi, centravanti di lungo corso tra serie A e B

 

STAGIONE 1950/1951

 

SERIE C girone B

 

FALLIMENTO ALLA CREMONESE

 

Il buon campionato disputato da Barbieri e compagni induce a cercare di mantenersi nelle posizioni di vertice, rafforzando adeguatamente la squadra. La formazione biancorossa perde alcuni pezzi importanti come Destri e Carasso, ma vede l’innesto di elementi come i piacentini Peroncelli (portiere già biancorosso a cavallo della guerra) e Rampini, anziana mezzala con trascorsi nella massima serie. Spicca poi un nutrito drappello di elementi provenienti dalla vicina Cremona: Ceruti, Zelioli e Bergonzi si aggiungono a Scazzoli e Ravani. Bruno Barbieri, confermato nella duplice veste di allenatore-giocatore, trova un buon avvio, ma una serie di pesanti sconfitte tra dicembre e gennaio induce la dirigenza a puntare sull’ungherese Janos Neu, che rinnova la tradizione magiara apertasi negli anni Venti con Hinko e Grun. Non è tuttavia un Piacenza brillante, che soffre le sempre più frequenti battute a vuoto dell’ormai logoro Bonistalli senza trovare valide alternative, nonostante le buone prove del giovane Loranzi. Neu non riesce a trovare la quadratura della formazione e la situazione precipita dopo la sconfitta interna con il fanalino di coda Cesena. Il finale di stagione è una lenta agonia, con i biancorossi ormai privi di stimoli e il lancio di numerosi giovani, alcuni dei quali (come Saletti, Arrigoni e Cucchetti) destinati a recitare un ruolo importante negli anni a venire.

 

Torna all’indice generale