INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

 

 

Non bastano 28 reti complessive del re dei bomber Seratoni per centrare la promozione in serie B

 

 

STAGIONE 1951/1952

 

SERIE C girone B

 

LO SAI CHE I PAPAVERI…

 

In vista di una stagione molto difficile (il riordino dei campionati prevedeva che solo le prime quattro avessero la possibilità di accedere alla nuova serie C nazionale), la dirigenza opera un profondo rafforzamento della squadra, rivoluzionandola da cima a fondo. Il nuovo allenatore è Mariano Tansini, vecchia gloria biancorossa con un passato in serie A e in Nazionale. L’organico viene rafforzato con elementi stagionati ma esperti (come Meregalli, Romani e Oldani), oltre a un 22enne centravanti destinato ad entrare nella storia biancorossa, Dario Seratoni. Dopo un avvio titubante, la formazione di Tansini trova la quadratura del suo gioco d’attacco, e non ce n’è più per nessuno, nonostante Parma e Mantova non mollino fino all’ultimo. È una squadra spettacolare, che segna gol a grappoli (alla fine saranno 78), esalta le doti di stoccatore del capocannoniere Seratoni e subisce pochissimo in difesa. A Sanremo Nilla Pizzi trionfa con “Lo sai che i papaveri...”, e i biancorossi diventano subito “Papaveri”, troppo alti per tutti. Ma il sogno della promozione in serie B si infrange nel finale: l’assurda formula prevede una sola promozione per quattro gironi di serie C. Nel girone finale i biancorossi arrivano stremati dal caldo e da un campionato durissimo alle spalle, e mancano facili vittorie prima di cadere (dopo 32 risultati utili consecutivi) nella partita finale contro il promosso Cagliari.

 

Torna all’indice generale