INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

 

Ottavio Favari portato in trionfo durante la festa promozione

STAGIONE 1963/1964

 

SERIE D girone B

 

FINALMENTE SERIE C

 

Se l’anno precedente il Piacenza in lotta per la promozione era stato una (piacevole) sorpresa, viste le premesse, nell’estate del 1963 l’obiettivo dichiarato è il salto di categoria dopo due stagioni di purgatorio. Il rientrante presidente Bertuzzi, preso atto del commiato di Corghi (che si riavvicina alla sua Modena passando al Carpi), chiama al timone della squadra Francesco Meregalli, ex capitano del Piacenza dei “Papaveri” di Tansini e reduce da un buon campionato col Borgomanero. La squadra che aveva sfiorato la promozione viene appena ritoccata con gli innesti delle ali Brasi e Callegari, del cavallo di ritorno Andreini e con il rientro dello stopper Favari dopo il servizio militare. A differenza di Corghi, Meregalli imposta un Piacenza pratico e cinico, poco incline allo spettacolo nonostante la presenza di due giocatori di fantasia come Galandini e Callegari. Se il gioco d’attacco (e in particolare il centravanti Onesti) ne risente, con appena 39 reti segnate, la difesa è assolutamente impenetrabile, la migliore in assoluto della storia del Piacenza con le 15 reti subite da “Saracinesca” Tappani. La regolarità e il ritmo del Piacenza, nonostante un avvio abbastanza incerto, hanno alla fine la meglio sulle avversarie più tenaci, Beretta ed Asti: l’ultima giornata contro il Borgomanero vede il successo biancorosso e la festa promozione attesa per tre campionati.

 

Torna all’indice generale