INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

Coppa Italia

 

Album Biancorosso

 

 

Giuliano Fiorini succede a Crepaldi sul trono dei bomber ma non basterà per conquistare la serie B

STAGIONE 1979/1980

 

SERIE C1 girone A

 

 

ADDIO SOGNI DI GLORIA

 

Nell’estate 1979 il rientrante ds Tonino Canevari, d’accordo con Loschi, lancia l’ennesima offensiva di mercato per centrare la promozione. Confermati i “pezzi da novanta” Crepaldi e Skoglund e l’allenatore Fornasaro, si registrano varie partenze (tra cui Alessandrini e Lazzara, ultimi eroi dell’era Fabbri), ma anche arrivi importanti: l’ala Morra, il centrocampista Moro, più tardi il gradito ritorno di Felice Secondini. In avanti, accanto a Skoglund e Crepaldi arriva da Bologna (via Foggia) il 21enne Giuliano Fiorini, giocatore di talento frenato da problemi caratteriali. A Piacenza (come già Crepaldi un anno prima) rinasce letteralmente, e con 21 reti è re dei bomber. Peccato che il cammino in campionato non sia così esaltante: i biancorossi sono tra i favoriti, ma, dopo un’ottima partenza, entrano in crisi e a farne le spese è il calcio-spettacolo di Fornasaro, esonerato dopo un rovescio interno col Fano. Lo sostituisce il difensivista Romano Mattè, sergente di ferro che blinda la difesa ma impoverisce il gioco e non riesce a farsi seguire dai giocatori. Il Piacenza sprofonda letteralmente a metà classifica: il 9° posto finale apre una fase di  profondo rinnovamento tecnico e di ridimensionamento degli obiettivi.

 

 

Torna all’indice generale