INDICE DELLA STAGIONE

 

Il campionato

 

La squadra

 

Le statistiche

 

Coppa Italia

 

Album Biancorosso

 

 

Roberto Simonetta, ormai nei cuori dei piacentini, si conferma attaccante di qualità con le sue 11 reti.

 

STAGIONE 1986/1987

 

SERIE C1 girone A

 

 

A SUON DI RECORD

 

Dopo una promozione scippata e un’altra fallita di poco, la dirigenza si prende una pausa di riflessione per valutare l’opportunità di nuovi sforzi per centrare la serie B. Sciolti i dubbi, l’imperativo è non sbagliare più: perciò il Piacenza 1986/87 viene allestito con lo scopo evidente di vincere il campionato. Rimangono tutti i “pezzi da novanta” con le eccezioni di Mastropasqua e di Foscarini. I rimpiazzi però sono sontuosi: la difesa viene puntellata con il libero Casabianca (peraltro giubilato rapidamente) e con il monumentale stopper-goleador Concina; a centrocampo spunta il regista avanzato Roccatagliata, che contende il posto a De Gradi, mentre in avanti è confermatissimo il tridente delle meraviglie Madonna-Serioli-Simonetta, con un giovanissimo Beppe Signori di rincalzo. La squadra di Rota è una corazzata, e stavolta non delude le aspettative: invincibile in casa (dove non perde dal settembre ’85 e centra 23 vittorie di fila), cinica e spietata in trasferta, dove conosce pochissime battute d’arresto. Il Piacenza è una macchina da gol (ben 55 realizzati) e da punti (stabilendo un record a lungo imbattuto con 52 punti), forse poco spettacolare ma sicuramente pratico e realista come il suo allenatore, portato in trionfo a fine stagione.

 

 

 

Torna all’indice generale